via Augusto Dulceri 25 00176 Roma - Tel/Fax +39. 06.27800785 - email: info@itinera.biz

 

Chi siamo
Informazioni

Servizi
Contatti
Soci
__________________
VISITE GUIDATE

GRANDI MOSTRE

LE MONOGRAFIE

UNA DOMENICA A

WEEK-END

CITTA' D'EUROPA

VIAGGI
____________________
Itinera ti sposa

Regala la Cultura

Via Francigena

Vicoli di Roma

Itinera per la disabilità


 

Home

 

PROGRAMMA
DELLE VISITE GUIDATE DI
NOVEMBRE

VISITE A PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA:
info@itinera.biz
0627800785

 

Sabato 4, ore 10.30 (Dott. G. Marone)
LE STATUE PARLANTI. Passeggiata alla scoperta di antiche statue romane “reinventate” dalla fantasia popolare in personaggi parlanti che esprimevano la vena satirica e gioiosa della Roma papalina (Marforio, Madama Lucrezia, Pasquino, il Bottaio, l'Abate Luigi).
App. in piazza del Campidoglio, sotto la statua del Marc'Aurelio. Contributo € 7,50.

Domenica 5, ore 10.20 (Dott. B. Mazzotta)
I NUOVI MOSAICI DI S. CROCE. Appena scoperti alcuni mosaici di relativi a domus di età costantiniana. Attorno alla basilica di S. Croce in Gerusalemme scopriremo: la residenza imperiale dei Severi con il piccolo Anfiteatro Castrense e il Circo Variano, i resti dell'ampliamento del Palazzo per volere di Costantino e di sua madre Elena, alcune domus con raffinati mosaici pavimentali e affreschi parietali dai colori vivaci, eccezionalmente visitabili.
App. in piazza S. Croce in Gerusalemme, davanti alla Basilica. Contributo € 7,50.

Domenica 5, ore 15.30 (Dott. B. Mazzotta)
IL SEPOLCRO BARBERINI E LE TOMBE DELLA VIA LATINA. Per la prima volta aperta al pubblico la Tomba Barberini lungo il tracciato della via Latina. Scenderemo, anche, all'interno delle sotterranee camere sepolcrali della tomba dei Valeri e di quella dei Pancrazi rivestite da mirabili decorazioni di stucchi e dipinti di pregevole fattura e perfetta conservazione.
App. in via dell'Arco di Travertino 151. Contributo € 7,50.

Venerdi 10, ore 15.30 (Arch. M. Eichberg)
L'OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E IL CIMITERO DEI SACCONI ROSSI. La storia e l'architettura del famoso ospedale dell'isola tiberina, sorto nel 1500 nei locali dell'antico monastero di S. Giovanni Calibita. Occasione per scendere nel suggestivo cimitero dei Sacconi Rossi, con la macabra cripta decorata con le ossa e i crani degli annegati nel Tevere.
App. in piazza S. Bartolomeo all'isola Tiberina, davanti alla chiesa. Contributo € 7,50 + offerta € 2,50. Max 9 Soci.

Sabato 11, ore 10.15 (Dott. G. Marone)
LA BASILICA NEO PITAGORICA. Finalmente accessibili i sorprendenti ambienti sotterranei scoperti nel 1917. La straordinaria decorazione in stucco, attribuita alla metà del I secolo d.C., con motivi floreali e con bellissime scene di vita quotidiana, di mitologia, di ambientazione nilotica e di culti misterici. Ancora oscura rimane la funzione di questo eccezionale ambiente, da molti considerato un luogo dove si svolgevano rituali neopitagorici.
App. in piazzale Labicano, angolo via Prenestina. Contributo € 7,50 + spese apertura € 2,50. Max 24 Soci.
si potrà scendere solo in gruppi di 6 persone e sostare per max 10 minuti

Domenica 12, ore 10.30 (Dott.ssa L. Falconi)
IL MUSEO DELLA REPUBBLICA ROMANA E DELLA MEMORIA GARIBALDINA. L'insolito Museo ripercorre la storia, i luoghi e i personaggi della Repubblica Romana del 1849. Nel percorso espositivo, oltre alle postazioni interattive, documenti, mappe, dipinti, giornali, incisioni e cimeli della collezione garibaldina. Una passeggiata tra i busti del Gianicolo si concluderà a mezzogiorno con la visione delle operazione militari per il tradizionale colpo di cannone.
App. in largo di Porta S. Pancrazio, angolo via Garibaldi. Ingresso gratuito. Contributo € 7,50.

Domenica 12, ore 16.15 (Dott.ssa M. Panizzoli)
S. MARIA DEL POPOLO. Ricostruita nel Quattrocento per volontà di Sisto IV della Rovere, custodisce alcune tra le opere più significative del primo Rinascimento romano e del Barocco maturo (Raffaello, Bramante, Pinturicchio, Sansovino, Caravaggio, Carracci, Bernini, etc.). La cappella Chigi, progettata da Raffaello, rappresenta una mirabile sintesi di architettura scultura e pittura e la cappella Cybo eseguita da Carlo Fontana, sontuoso apparato di marmi policromi.
App. in piazza del Popolo, davanti alla chiesa. Contributo € 7,50 + offerta € 1,50.

Martedi 14, ore 10.45 (Dott.ssa M. Panizzoli)
S. GREGORIO NAZIANZIENO. Esclusiva opportunità di visitare, all'interno delle strutture pertinenti alla Camera dei Deputati, il prezioso monastero di S. Maria in Campo Marzio, uno dei più antichi ed importanti conventi di Roma con la chiesa di S. Gregorio. La chiesa, eccezionalmente aperta, venne fondata nell'VIII secolo, utilizzando preesistenti strutture romane e custodisce affreschi dell'XI e XII secolo.
App. in piazza Campo Marzio, angolo via della Stelletta. Contributo € 7,50. Obbligo della giacca per gli uomini. Prenotazione entro il 9 novembre.

Mercoledi 15, ore 10.45 (Dott.ssa C. Bellotti)
PALAZZO FIRENZE. Il palazzo tardo rinascimentale, divenuto nel 1561 proprietà dei Medici, possiede un elegante cortile con prospetto interno ed elegante serliana dell'Ammannati; la loggia con decorazione ad affreschi e stucchi di Prospero Fontana; il “camerino” con volta affrescata da Jacopo Zucchi. Dal 1926 il Palazzo è sede della Società Dante Alighieri.
App. in piazza Firenze 27. Contributo € 7,50. prenotazione entro l'11 novembre.

Sabato 18, ore 10.30 (Dott. B. Mazzotta)
IL COLOMBARIO DEI LIBERTI DI AUGUSTO. Una breve passeggiata lungo il tratto della via Appia Antica, attraverso la chiesina del Domine Quo Vadis e la Cappella del Cardinal Reginald Pole, ci porterà alla scoperta, all'interno di una proprietà privata, del monumentale colombario appartenuto ai liberti dell'imperatore Augusto. Una visita inedita in un luogo sconosciuto.
App. in via Appia Antica, angolo via Ardeatina (davanti chiesa Quo Vadis). Contributo € 7,50.

Domenica 19, ore 10.00 (Arch. M. Eichberg)
S. ANDREA A VIA FLAMINIA E IL TEMPIETTO DI S. ANDREA PRESSO PONTE MILVIO. L'elegante chiesetta cinquecentesca, voluta da Paolo III come ex voto per essere scampato al Sacco del 1527, è un gioiello architettonico unico nel suo genere, opera del Vignola. All'interno il pavimento originale ed affreschi manieristi, alcuni da poco rinvenuti e restaurati. La visita proseguirà con l'altra chiesetta di via Flaminia intitolata a S. Andrea, con il tempietto rinascimentale che ricorda l'arrivo via fiume della celebre reliquia della testa dell'apostolo al tempo di Pio II Piccolomini.
App. in via Flaminia 194, davanti alla chiesa.
Contributo € 7,50 + offerta € 2,50.

Domenica 19, ore 16.00 (Dott.ssa L. Falconi)
S. MARIA DELLA PACE. Dopo una lunga campagna di restauri, è stata riaperta da qualche anno la chiesa di S. Maria della Pace, un vero scrigno di capolavori del Rinascimento e del Barocco: dalle famose Sibille di Raffaello agli affreschi di Baldassarre Peruzzi, da Rosso Fiorentino a Orazio Gentileschi, fino alla facciata secentesca di Pietro da Cortona.
App. in via della Pace, angolo Arco della Pace. Contributo € 7,50 + offerta € 1,50.

Sabato 25, ore 10.30 (Arch. M. Eichberg)
LE GROTTE VATICANE. Eccezionale opportunità di visitare aree normalmente non accessibili al pubblico. Il peribolo Clementino, scavato attorno alla confessione petriana alla fine del ‘500, e le cappelle che si aprono sul suo perimetro. Alle pareti delle cappelle della Bocciata e delle Partorienti (affrescate nel 500-600) sono addossati bellissimi reperti scultorei, musivi e pittorici provenienti dall'antica basilica, e parti dipinte della basilica costantiniana, il tutto scoperto e restaurato in questi ultimi anni.
App. in piazza del Sant'Uffizio, angolo via dei Cavalleggeri. Contributo € 7,50 + spese apertura € 2,50.

Domenica 26, ore 10.30 (Dott. G. Marone)
L'ANTICO ORIENTE NEL MUSEO BARRACCO. Museo formato dalla prestigiosa collezione di sculture antiche che Giovanni Barracco, ricco gentiluomo calabrese, donò al Comune di Roma nel 1904. Pregevoli pezzi di epoca egizia, sumera e assira ci mostrano le origini della scultura antica poi perfezionata e sublimata dall'arte greca-romana. Il mondo religioso e funerario è il tema principale ma importante è anche quello quotidiano del lavoro documentato dalle iscrizioni in cuneiforme delle tavolette sumeriche.
App. in corso Vittorio Emanuele II 158. Ingresso gratuito. Contributo € 7,50.

Giovedi 30, ore 16.00 (Dott. B. Mazzotta)
LA NUOVA RINASCENTE: LE SCOPERTE ARCHEOLOGICHE. Undici anni di lavoro hanno permesso a talenti dell'architettura e del design di “costruire” gli spazi della nuova Rinascente di Roma. All'interno i resti monumentali dell'Acquedotto Vergine, inaugurato nel 19 a.C. per alimentare le Terme di Agrippa e dalla terrazza la possibilità di ammirare un panorama a 360° sulla città. Una passeggiata nelle strade del rione Trevi ci condurrà alla scoperta del tessuto urbanistico antico e di altri resti dell'acquedotto augusteo.
App. in via del Tritone, angolo via del Nazareno. Contributo € 7,50.

 

                                              torna ad inizio pagina