via Augusto Dulceri 25 00176 Roma - Tel/Fax +39. 06.27800785 - email: info@itinera.biz

 

Chi siamo
Informazioni

Servizi
Contatti
Soci
__________________
VISITE GUIDATE

GRANDI MOSTRE

LE MONOGRAFIE

UNA DOMENICA A

WEEK-END

CITTA' D'EUROPA

VIAGGI
____________________
Itinera ti sposa

Regala la Cultura

Via Francigena

Vicoli di Roma

Itinera per la disabilità


 

Home

 

PROGRAMMA
DELLE VISITE GUIDATE DI
FEBBRAIO

VISITE A PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA:
info@itinera.biz
0627800785

 

Sabato 3, ore 10.30 (Dott. B. Mazzotta)
FORO BOARIO E FORO OLITORIO. I luoghi che hanno portato alla fondazione di Roma: passeggiata archeologica in uno spazio ricco di storia. Dalle antiche tracce della cultura greca ed etrusca alle evidenti presenze della Roma repubblicana ed imperiale (Teatro di Marcello, Templi presso S. Nicola in Carcere, Area Sacra di S. Omobono, Tempio di Portunus, di Ercole Olivarius, Arco di Giano, etc.).
App. in via del Teatro Marcello, angolo via Montanara. Contributo € 7,50.

Domenica 4, ore 10.00 (Dott. G. Marone)
LA LOGGIA MATTEI E L'ANTIQUARIUM PALATINO. Visita all'importante raccolta di statue ed opere d'arte recuperate nei secoli negli scavi sul colle, sede della residenza imperiale, e ai plastici ricostruttivi del periodo arcaico e delle capanne romulee. La Loggia Mattei è ciò che rimane degli edifici rinascimentali che occuparono il colle, con all'interno affreschi e grottesche attribuite a Baldassarre Peruzzi.
App. via S. Gregorio 30, alla biglietteria. Ingresso gratuito (I domenica mese). Contributo € 7,50.

Domenica 4, ore 16.00 (Dott.ssa M. Panizzoli)
PALAZZO VENEZIA: LA DECORAZIONE DELLE SALE. Il Palazzo costruito a partire dal 1455 ospita tre saloni monumentali: Sala RegiaSala del Concistoro poi divenuta delle Battaglie, Sala del Mappamondo scelta da Mussolini come ufficio e in cui si apre il celebre balcone settecentesco. Nel 2017 è stata restaurata la Sala delle Fatiche di Ercole, cuore quattrocentesco del Palazzo, con un magnifico soffitto ligneo decorato e un ciclo di affreschi degli ambienti privati del cardinale Pietro Barbo (poi Paolo II).
App. in via del Plebiscito 118. Ingresso gratuito (prima domenica del mese). Contributo € 7,50.

Sabato 10, ore 10.30 (Arch. M. Eichberg)
la casa della GIl. Capolavoro del razionalismo italiano, recentemente riaperta al pubblico, la casa della Gioventù Italiana del Littorio è stata ripristinata quasi per intero nelle forme originarie. Dedicata alla cultura e allo sport, aveva piscine e palestre a più livelli. Presenta un'audace architettura in cemento armato rivestita di marmi e mosaici. Le decorazioni attribuite a Mafai, riscoperte nel restauro. L'attiguo coevo edificio dei Monopoli.
App. in largo Ascianghi, angolo via G. Induno. Contributo € 7,50.

Sabato 10, ore 16.00 (Dott. B. Mazzotta)
IL SEPOLCRO BARBERINI E LE TOMBE DELLA VIA LATINA. Per la prima volta aperta al pubblico la Tomba Barberini lungo il tracciato della via Latina. Scenderemo, anche, all'interno delle sotterranee camere sepolcrali della tomba dei Valeri e di quella dei Pancrazi rivestite da mirabili decorazioni di stucchi e dipinti di pregevole fattura e perfetta conservazione.
App. in via dell'Arco di Travertino, angolo via Grottaferrata (metro A). Contributo € 7,50.

Sabato 17, ore 10.00 (Dott. B. Mazzotta)
LA NUOVA RINASCENTE: LE SCOPERTE ARCHEOLOGICHE. Undici anni di lavoro hanno permesso a talenti dell'architettura e del design di “costruire” gli spazi della nuova Rinascente di Roma. All'interno i resti monumentali dell'Acquedotto Vergine, inaugurato nel 19 a.C. per alimentare le Terme di Agrippa e dalla terrazza la possibilità di ammirare un panorama a 360° sulla città. Una passeggiata nelle strade del rione Trevi ci condurrà alla scoperta del tessuto urbanistico antico e di altri resti dell'acquedotto augusteo.
App. in via del Tritone, angolo via del Nazareno. Contributo € 7,50.

Domenica 18, ore 10.30 (Dott. G. Marone)
L'ANTICA VIA CELIMONTANA. Seguiremo l'antica via Celimontana a partire dall'arco di Dolabella, nei pressi di S. Maria in Navicella, ancora perfettamente conservata nel tracciato originario oggi percorso dalle vie S. Stefano Rotondo, Domenico Fontana e via Statilia per arrivare sull'Esquilino a Porta Maggiore. Lungo questo antico percorso sono ancora visibili antiche vestigia di tombe, acquedotti, obelischi e mitrei.
App. in piazza della Navicella 10, davanti alla chiesa. Contributo € 7,50.

Domenica 18, ore 15.00 (Dott.ssa L. Falconi)
HOTEL D'INGHILTERRA. Costruito nel 1500 come residenza dei principi Torlonia, fu nel 1845 trasformato in albergo. Ha conservato nel tempo oltre il nome, le caratteristiche architettoniche e la qualità dei servizi. È uno degli esempi migliori dell'accoglienza riservata ai viaggiatori colti ed eleganti che amavano risiedere presso la Piazza di Spagna.
App. in via Bocca di Leone, angolo via Borgognona. Contributo € 7,50.

Giovedi 22, ore 16.15
IL VILLINO HÜFFER. Affacciato sulla prima grande arteria di Roma capitale, il villino, ora sede di alcuni uffici della Banca d'Italia, ha conservato il fascino e il gusto di dimora signorile di fine Ottocento. Un luogo inusuale e poco noto.
App. in via Nazionale, angolo via Milano (lato traforo). Contributo € 7,50.
Lasciare dati anagrafici ed estremi documento entro il 15 febbraio.

Sabato 24, ore 10.30 (Dott. B. Mazzotta)
I SEPOLCRI DI PRISCILLA E DI GETA. La monumentale tomba che un liberto dell'imperatore Domiziano volle erigere per Priscilla, moglie prematuramente scomparsa. Un'occasione unica per visitare la cella interna del sepolcro a cui nei secoli scorsi si era inserita una “caciara” oggi ancora visibile. Il monumentale sepolcro che la tradizione attribuisce a Geta fratello di Caracalla e da quest'ultimo assassinato.
App. in via Appia Antica, angolo via di Porta Ardeatina. Contributo € 7,50.

Sabato 24, ore 16.00 (Dott. G. Marone)
I SOTTERRANEI DEL TEATRO DI POMPEO. Al di sotto di alcuni ristoranti e alberghi del Campo Marzio sono ancora visibili i resti di mura e volte del primo teatro in muratura di Roma. Nella disposizione delle stradine e dei palazzi della zona possibile ancora riconoscere il grande complesso teatrale fatto costruire da Pompeo nel 61 a.C.
App. in corso Vittorio Emanuele II, angolo largo dei Chiavari. Contributo € 7,50.

Domenica 25, ore 15.30 (Arch. M. Eichberg)
DUE CHIESETTE “INVISIBILI”: S. GREGORIO DEI MURATORI E S. IVO DEI BRETONI. All'interno di palazzo Marescalchi, sorge l'oratorio tardo cinquecentesco dei muratori che conserva l'originale decorazione a stucco ed affresco, dell'ambiente artistico di papa Borghese. La chiesetta rinascimentale intitolata a S. Ivo è un prezioso esempio di neo quattrocentismo con interessanti elementi di architettura e di pittura. Due rarità romane.
App. in via di Ripetta, angolo via Leccosa. Contributo € 7,50 + offerta € 2,50.

                                              torna ad inizio pagina