via Augusto Dulceri 25 00176 Roma - Tel/Fax +39. 06.27800785 - email: info@itinera.biz

 

Chi siamo
Informazioni

Servizi
Contatti
Soci
__________________
VISITE GUIDATE

GRANDI MOSTRE

LE MONOGRAFIE

UNA DOMENICA A

WEEK-END

CITTA' D'EUROPA

VIAGGI
____________________
Itinera ti sposa

Regala la Cultura

Via Francigena

Vicoli di Roma

Itinera per la disabilità


 

Home

 

PROGRAMMA
DELLE VISITE GUIDATE DI
MAGGIO

VISITE A PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA:
info@itinera.biz
0627800785

Sabato 6, ore 16.30 (Arch. M. Eichberg)
IL BAGNO DI DONNA OLIMPIA E S. MARIA IN CAPPELLA. L'elegante giardino cintato, un tempo affacciato sul fiume, voluto dalla discussa nobildonna romana, trasformato in ospizio nel XIX secolo e l'attigua chiesa altomedievale conservano i resti dell'ospedale trecentesco fondato da S. Francesca Romana. La cappella neoclassica, la ricostruita corsia di degenza ottocentesca, la chiesetta appena restaurata (aperta rarissimamente), con gli arredi medievali ed alcuni singolari reperti storici.
App. in via P. Peretti, angolo via A. Jandolo. Contributo € 7,50 + ingresso € 4,00.

Domenica 7, ore 16.30 (Dott. G. Marone)
LA VIA APPIA ANTICA (tra I e II miglio). Passeggiata tra le rovine di imponenti monumenti funerari pagani e cimiteri cristiani: il primo miliario della via Appia, la necropoli repubblicana, il ponte sul fiume Almone, la c.d. Tomba di Geta, il Mausoleo di Priscilla e la chiesa del Quo Vadis. Luoghi resi suggestivi da antiche leggende popolari.
App. in via di Porta S. Sebastiano, sotto Porta S. Sebastiano. Contributo € 7,50.

Sabato 13, ore 10.30 (Dott. G. Marone)
PORTA SALARIA E IL SEPOLCRETO. La Porta Salaria ancora visibile sul selciato moderno conserva su un fianco una delle tante latrine pensili delle mura Aureliane per le sentinelle. La demolizione della porta ha restituito monumenti funebri della necropoli che si estendeva nella zona. Particolarmente commovente quella del fanciullo Q. Sulpicius Maximus.
App. in piazza Fiume, davanti alla Rinascente. Contributo € 7,50.

Domenica 14, ore 10.30 (Arch. M. Eichberg)
LA CAPPELLA DEL TRANSITO E LA CAMERA DI S. CATERINA DA SIENA. Un'apertura eccezionale ci permetterà di visitare le memorie della Santa patrona d'Italia, nascoste tra le mura di due luoghi sacri: il convento domenicano, poi collegio dei neofiti e ora palazzo S. Chiara e la chiesa della Minerva. Prezioso ambiente ridecorato nel Seicento dal Cavalier d'Arpino il primo; scrigno di pittura quattrocentesca il secondo, con gli affreschi di A. Romano quali “reliquie” della stanza della santa.
App. in piazza di S. Chiara 14. Contributo € 7,50 + offerta € 1,50.

Domenica 14, ore 16.30 (Dott. B. Mazzotta)
I SOTTERRANEI DI S. CECILIA. Sotto la chiesa di Trastevere alcune interessanti strutture di età romana relative ad un edificio utilitario (horreum) di età repubblicana e ad una casa privata. Le strutture mostrano rifacimenti di età imperiale dal II al IV secolo.
App. in piazza di S. Cecilia, davanti alla chiesa. Contributo € 7,50 + ingresso € 2,50.

Giovedi 18, ore 10.30 (Dott. B. Mazzotta)
L'AREA ARCHEOLOGICA DI GROTTAROSSA. Apertura straordinaria dei suggestivi e poco noti resti di tre imponenti sepolcri datati tra la fine della Repubblica e gli inizi dell'Impero, siti lungo il percorso dell'antica via Flaminia di cui è ancora visibile un lungo tratto di basolato.
App. alla stazione del treno di Grottarossa sulla via Flaminia. Contributo € 7,50.

Sabato 20, ore 10.30 (Dott.ssa. M. Panizzoli)
PALAZZO CORNARO. L'edificio sorse dal 1582 per volere del Card. Luigi Cornaro e nel ‘600 passò a Camillo Pamphilj, figlio di Olimpia. Durante il Fascismo fu sede del Ministero delle Corporazioni ed oggi ospita il Ministero per Rapporti per le Regioni. Le sale del piano nobile conservano le decorazioni ad affreschi e fregi del primo impianto e delle successive modifiche.
App. in via della Stamperia 8. Contributo € 7,50. Comunicare nome, luogo e data di nascita entro il 12 maggio.

Domenica 21 (Dott. G. Marone)
POZZUOLI E CUMA. A Pozzuoli visita de Rione Terra, da poco riaperto al pubblico dopo decenni di restauri, un percorso archeologico sotterraneo che si sviluppa lungo gli assi principali della colonia fondata nel 194 a.C., sulle quali si affacciavano botteghe, magazzini, e laboratori e si conclude al magnifico Tempio di Augusto. Proseguiremo con la visita dell'Anfiteatro Flavio con i suoi sotterranei e del Macellum, il mercato dell'antica città. A Cuma, fondata nella seconda metà dell'VIII secolo a.C. da coloni greci, visiteremo l'acropoli con i Templi di Apollo e di Giove, il famoso “Antro della Sibilla”, riferito dalla tradizione al culto oracolare di Apollo e nella “città bassa” i Templi italici del Foro ed i grandiosi ruderi di un edificio termale detto “Masseria del Gigante”.

App. ore 7.00 in piazzale Appio, angolo via Magna Grecia (accanto Magazzini COIN). Contributo € 55,00 comprensivo di bus GT.  Ingressi € 4,00.    prenotazione entro giovedi 18

Domenica 21, ore 16.30 (Arch. M. Eichberg)
LE CHIESE DEL FORO TRAIANO, La chiesa del Sangallo di S. Maria di Loreto, icona del primo cinquecento, conserva sculture, mosaici e dipinti (Pomarancio, Cavalier d'Arpino). La singolare ardita “lanterna” manierista sull'armoniosa cupola rinascimentale. La chiesa settecentesca del Ss.mo Nome di Maria, sorta a ricordo della liberazione di Vienna, e protettorato imperiale degli Asburgo, conserva, tra sculture settecentesche, la venerata immagine mariana e cimeli dell'assedio ottomano.
App. in piazza Madonna di Loreto 26. Contributo € 7,50 + offerta € 2,50.

Giovedi 25, ore 16.30 (Arch. M. Eichberg)
GLI HORTI DI ALIBERT A LA CHIESA DI S. GIUSEPPE ALLA LUNGARA. Il singolare giardino settecentesco con la “villa-scena”, per gli spettacoli teatrali dell'Arcadia, fu destinato nell'Ottocento ai ritiri spirituali dei ragazzi trasteverini e corredato di cappella. La chiesa di S. Giuseppe alla Lungara ed il suo ciclo decorativo di fine Settecento, emblematico esempio di tardo barocco romano-napoletano ed ultimo sussulto della corrente artistica, cessata con la partenza di Pio VI da Roma.
App. in via della Lungara, angolo via delle Mantellate. Contributo € 7,50 + offerta € 1,50.

Sabato 27, ore 10.40 (Dott. B. Mazzotta)
IL MITREO BARBERINI. Riaperto al pubblico dopo anni di restauro il sotterraneo luogo di culto del dio Mitra ricavato in preesistenti strutture romane oggi nei sotterranei di Palazzo Barberini. Nel suggestivo santuario, uno splendido affresco di III secolo d.C. illustra la tauroctonia (Mitra che uccide il toro) e in dieci quadretti laterali la storia sacra della divinità.
App. in via Quattro Fontane 13. Contributo € 7,50 + spese apertura € 4,00.

Domenica 28, ore 10.30 (Dott. B. Mazzotta)
ARCHEOLOGIA ALLA CAFFARELLA. All'interno dello splendido scenario del parco dell'Appia Antica e dell'area che fu proprietà di Erode Attico e Annia Regilla, visiteremo: Cisterne romane, resti di Ville antiche, il Casale della Vaccareccia e, occasionalmente aperto, la c.d. Tomba di Annia Regilla con un vicino Casale (visita dell'interno). Tra aneddoti e piccole curiosità.
App. in largo Tacchi Venturi, angolo via Latina. Contributo € 7,50.

Domenica 28, ore 17.00 (Dott. G. Marone)
IL PARCO DEGLI ACQUEDOTTI. Passeggiata archeologica in uno stupendo e suggestivo tratto di Campagna Romana. Tra il IV ed il V miglio della via Latina gli imponenti resti di acquedotti, cisterne, tombe e ville suburbane come quella detta delle Vignacce. Si possono ammirare i resti dell'Acqua Marcia, della Tepula, della Iulia, inglobati nel rinascimentale acquedotto Felice, ancora in funzione, e le imponenti arcate dell'Acqua Claudia ed Anio Novus.
App. in piazza Aruleno Cello Sabino, davanti alla chiesa di S. Policarpo. Contributo € 7,50.

Martedi 30, ore 16.00 (Dott.ssa M. Panizzoli)
IL MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE. L'edificio con la sua architettura, l'elegante decorazione e l'arredo, costituisce un significativo quanto raro esempio del diffondersi dello stile Liberty nelle opere più rappresentative del Regno d'Italia: l'Atrio, lo Scalone d'Onore, la Sala Verde, il Parlamentino, la Sala Franca Clemente (già Sala dei Ministri).
App. in via XX Settembre 20. Contributo € 7,50. Comunicare dati anagrafici entro martedi 23 maggio.

 

                                              torna ad inizio pagina