via Augusto Dulceri 25 00176 Roma - Tel/Fax +39. 06.27800785 - email: info@itinera.biz

 

Chi siamo
Informazioni

Servizi
Contatti
Soci
__________________
VISITE GUIDATE

GRANDI MOSTRE

LE MONOGRAFIE

UNA DOMENICA A

WEEK-END

CITTA' D'EUROPA

VIAGGI
____________________
Itinera ti sposa

Regala la Cultura

Via Francigena

Vicoli di Roma

Itinera per la disabilità
____________________
Privacy


 

Home

 

CHIETI
dall'archeologia italica e romana alle Abbazie medievali

VIAGGIO CULTURALE
sabato 18 – domenica 19 maggio 2019

L'Associazione Culturale Itinera propone un week del tutto inedito alla scoperta di Chieti e dei suoi dintorni. L'antica Teate definita, secondo lo storico Strabone (I secolo a.C.), “metropoli dei Marrucini”, fu attraversata dall'antica via Valeria (fine IV secolo a.C.), che ne condizionò l'assetto urbano; qui visiteremo, oltre allo splendido Museo Archeologico e ai resti romani, il centro storico della città, ricco di eccezionali testimonianze architettoniche. Scopriremo alcune splendide abbazie medievali in terra d'Abruzzo: S. Clemente a Casauria costruita nell'871 dall'imperatore Ludovico II, pronipote di Carlo Magno; S. Maria del Lago del XII secolo, con struttura basilicale a tre navate e murature in cotto; S. Maria Arabona del 1208, prima chiesa cistercense in territorio abruzzese, voluta dai monaci dell'abbazia di S. Vincenzo e S. Anastasio a Roma (le Tre Fontane).

PROGRAMMA

1° giorno: sabato 18 maggio (ROMA / S. CLEMENTE CASAURIA / S. MARIA LAGO / CHIETI)
Partenza in pullman GT alle ore 7.00 da piazzale Appio, angolo via Magna Grecia (accanto Magazzini COIN). Arrivo all'Abbazia di S. Clemente a Casauria, Monumento Nazionale, per la visita di uno tra gli edifici più importanti dell'arte benedettina italiana; fondata da Ludovico II nell'871, conserva il portale con magnifici bassorilievi, lo sfarzoso ambone e l'antica cripta. Trasferimento a Muscufo e visita della chiesa romanica di S. Maria del Lago con all'interno eleganti affreschi del XII secolo e l'ambone policromo, capolavoro del maestro Nicodemo da Guardiagrele, bellissimo esempio di scultura romanica. Spostamento a Chieti e pranzo libero. Visita della città romana con i Templi di età imperiale, l'Anfiteatro, il Teatro, le Terme e soprattutto il Museo Archeologico Nazionale che, ospitato dal 1959 in una splendida villa neoclassica, accoglie reperti italici e romani e, soprattutto, il Guerriero di Capestrano, scultura del VI secolo a.C., capolavoro dell'antico popolo italico dei Vestini. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

2° giorno: domenica 19 maggio (CHIETI / S. MARIA ARABONA / ROMA)
Mattinata dedicata alla Chieti storica: la Cattedrale di S. Giustino del 1069 con la cripta arricchita da affreschi del XIV e XV secolo; gli interni del Teatro Marrucino del 1813-1818, il seicentesco Palazzo De Mayo. Pranzo in ristorante. Trasferimento a Manoppello per la visita dell'Abbazia di S. Maria Arabona, complesso monastico cistercense, uno dei pochi superstiti esempi di architettura ispirata al gotico francese in Abruzzo. Fondata nel 1208, conserva un tabernacolo gotico, un bel candelabro pasquale e, sulla parete del coro, tre dipinti di Antonio Martini (1373), dichiarato Monumento Nazionale dal 1902. Rientro a Roma con arrivo previsto alle 19.00 circa.

 

Quota individuale di partecipazione.............................…...€ 285,00
Supplemento camera singola....…..........................….…...€   15,00


LA QUOTA INDIVIDUALE COMPRENDE:
- viaggio a/r e spostamenti in pullman G.T.;
- sistemazione in hotel (3*S) con trattamento di ½ pensione;
- pranzo in ristorante nella giornata di domenica;
- accompagnatore da Roma (dott. Bartolomeo Mazzotta);
- esposizione delle visite a cura del dott. B. Mazzotta e di Storici dell'Arte locali;
- distribuzione di materiale didattico.

LA QUOTA INDIVIDUALE NON COMPRENDE:
- gli extra, le mance:
- i biglietti d'ingresso a monumenti, ville, parchi, musei ed aree archeologiche (€ 4,00);
- il pranzo di sabato;
- le bevande extra alla cena di sabato;
- tutto quanto non specificatamente menzionato alla voce “la quota individuale comprende”.


L'iniziativa è subordinata al raggiungimento minimo di 15 partecipanti e le adesioni, con il pagamento di un acconto di € 100,00, dovranno pervenire entro e non oltre il 30 marzo, il saldo entro il 30 aprile. È possibile stipulare un'assicurazione contro eventuale rinuncia.

Il programma potrebbe subire modifiche nell'ordine dello svolgimento delle visite e delle escursioni, ferma restando la loro effettuazione.

 

torna a inizio pagina